Cicloni mediterranei, il rischio non è ancora scongiurato. Meteo sempre più estremo

Cicloni mediterranei, il rischio non è ancora scongiurato. Meteo sempre più estremo

novembre 8, 2018 Non attivi Di miometeo
immagine news cicloni-mediterranei-il-rischio-del-meteo-estremo

Uno degli aspetti caratterizzanti delle condizioni meteo-climatiche autunnali è l’estrema variabilità atmosferica. All’interno di questa variabilità possono subentrare estremi eclatanti, sia in termini pluviometrici che termici. Ma per poter comprendere appieno certi meccanismi si deve obbligatoriamente procedere a ritroso, direzione …

Uno degli aspetti caratterizzanti delle condizioni meteo-climatiche autunnali è l’estrema variabilità atmosferica.

All’interno di questa variabilità possono subentrare estremi eclatanti, sia in termini pluviometrici che termici. Ma per poter comprendere appieno certi meccanismi si deve obbligatoriamente procedere a ritroso, direzione Estate. Estati che negli ultimi decenni sono diventate eccessivamente calde e il caldo in eccesso viene facilmente immagazzinato nelle acque del Mediterraneo.

Il calore superficiale è uno degli ingredienti principali che ha sostenuto, sostiene e sosterrà l’eventuale genesi dei pericolosissimi cicloni mediterranei. Perché abbiamo utilizzato il tempo futuro? Semplicemente perché il rischio non è ancora scongiurato.

Nei prossimi giorni, segnatamente la settimana che verrà, dovremo affrontare una rimonta anticiclonica africana e le temperature – che già ora sono superiori alle medie di riferimento – saliranno ancora. Si prospettano anomalie positive imponenti, quindi caldo in eccesso ed anche stavolta il calore verrà immagazzinato nel Mediterraneo.

Chiaro, quindi, che ai primi accenni di peggioramento potrebbero verificarsi nuovamente le condizioni ideali per la genesi di imponenti strutture cicloniche. Maltempo, quindi, maltempo particolarmente pesante che potrebbe esporci a piogge fin troppo intense e persistenti. E’ un rischio, non una certezza, ma visto l’andazzo dell’Autunno 2018 occorrerà stare sull’attenti.