Meteo con refrigerio e temporali, ma il caldo africano tornerà nel lungo termine

Luglio 12, 2019 Off Di miometeo
immagine news meteo-con-refrigerio-e-temporali-ma-il-caldo-africano-tornera-nel-lungo-termine

METEO SINO AL 25 LUGLIO 2019 L’evoluzione meteo sino al 25 Luglio, non prospetta il ritorno del caldo africano sull’Italia, anche se è possibile un aumento della temperatura nella seconda settimana di previsione. La prossima settimana, avremo il consolidarsi di …

METEO SINO AL 25 LUGLIO 2019
L’evoluzione meteo sino al 25 Luglio, non prospetta il ritorno del caldo africano sull’Italia, anche se è possibile un aumento della temperatura nella seconda settimana di previsione. La prossima settimana, avremo il consolidarsi di condizioni termiche prossime alla media del periodo. Appare importante evidenziare, che per circa due settimane avremo una situazione meteo climatica tutto sommato abbastanza normale, anche se ci sarà una maggiore instabilità atmosferica rispetto alla media del nostro clima.

Come abbiamo visto nel bollettino a sette giorni, l’instabilità atmosferica continuerà ad interessare l’Italia, favorendo condizioni ideali per la genesi di temporali, tuttavia passeggeri e di breve durata, in un contesto di condizioni meteo climatiche estive.

Di certo, laddove ci saranno i temporali, questi potrebbero assumere localmente anche forte intensità, come è normale che succeda durante la stagione estiva. Tuttavia, potrebbero essere meno frequenti le grandinate rispetto discorsi giorni, e soprattutto la dimensione di chicchi di grandine non dovrebbe essere straordinaria come quella avvenuta di recente. Ma su ciò non si possono fare previsioni meteo affidabili e precise.

Viviamo un’epoca di estremizzazione climatica, queste possono determinare eventi atmosferici estremi, i quali risultano difficilmente prevedibili nella localizzazione. Si può parlare di rischio ma non di dove questi fenomeni avverranno con certezza.

Quel che potrebbe succedere nel periodo di previsione sono le piogge intense associate ai super temporali, d’Estate potenzialmente probabili, che in un contesto di incremento di intensità dei fenomeni, potrebbero causare nubifragi a carattere locale.

Ormai siamo in un periodo ideale per le vacanze, molti italiani nelle prossime due settimane si recheranno per un po’ di relax. Le condizioni meteo attese appaiono abbastanza ideali, sia per i soggiorni in montagna che al mare, in quest’ultimo luogo senza il caldo estremo e soffocante che ha caratterizzato per un mese gran parte d’Italia.

La semi-normalità di temperature che avremo, apparirà a tanti anomalia climatica, ovvero un clima più fresco rispetto come dovrebbe essere. Ma ciò solo perché la nuova normalità ci ha abituato a continue ondate di calore, e temperature molto superiori rispetto a quelle che ci dovrebbero essere.

Rammentiamo che la temperatura massima di Luglio di buona parte delle località di pianura, si aggira attorno ai 30° centigradi, perciò valori molto superiori a quelli che abbiamo vissuto, sono tipici di ondate di calore.

Con temperature prossime alla norma, in montagna il clima sarà abbastanza fresco, è soprattutto la quota si farà sentire, ma tutto ciò è abbastanza normale. Peraltro nelle località montane, sia di Alpi che di Appennino, sono previste precipitazioni temporalesche anche frequenti nel corso dei giorni. Tutto ciò non costituirà un’anomalia climatica, nelle Alpi questa è la stagione delle grandi piogge. La pioggia estiva cade anche in Appennino, con maggior moderazione rispetto alle Alpi, tuttavia in Appennino durante la stagione estiva non è affatto anomalo che vi siano alcuni temporali.

Abbiamo inizialmente fatto cenno al rischio che torni il caldo, questa previsione necessiterà di conferma, ma potremmo avere tra il 20 ed il 25 Luglio, temperature sopra la media.

Per il momento è tutto ci aggiorneremo con il prossimo appuntamento.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d’Italia, oppure vai su CERCA la tua localita’ nel campo form in alto alla pagina:

– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA