Siccità 2022 – Aggiornamento al 31 Marzo

Siccità 2022 – Aggiornamento al 31 Marzo

Aprile 27, 2022 Off Di miometeo

di Luigi mariani e Franco Zavatti

Il mese di marzo vede di norma il riattivarsi della circolazione atlantica dopo la stasi invernale il che si traduce in un aumento della piovosità. Questo non si è verificato nel marzo 2022. Infatti, come emerge dal commento mensile al mese di marzo 2022 che è in corso di pubblicazione su Climatemonitor, al Nord nel 2022 sono mediamente piovuti 24 mm (5,4% del totale dell’anno normale) contro una norma di 67 mm (6,8% del totale annuo normale), al Centro nel 2022 sono mediamente piovuti 44 mm (5,4% del totale annuo normale) contro una norma di 65 mm (8% del totale annuo normale) e infine al Sud nel 2022 sono mediamente piovuti 50 mm (7,1% del totale annuo normale) contro una norma di 60 mm (8,5% del totale annuo normale). Come anno normale si è considerata la media del periodo 1973-2021.

L’anomalia valutata per 18 stazioni con serie storiche lunghe

Per comprendere il livello di anomalia pluviometrica è utile analizzare per alcuni osservatori storici le precipitazioni cumulate dal 1° ottobre, data che è considerata l’inizio dell’anno idrologico e cioè la data in cui per convenzione ha inizio la ricarica autunnale delle falde dopo la fine della fase siccitosa estiva. Partire da tale data è particolarmente importante negli ambienti a siccità estiva pronunciata.

In tabella 1 si riportano i dati di sintesi per 18 stazioni storiche che coprono l’intero paese mentre in tabella 2 si riportano per le 5 stazioni con anomalie negative superiori al 40% le sequenze dei 20 anni meno piovosi reperite nelle serie storiche, con il 2022 indicato in rosso.  Emerge che Mantova fa segnare un’anomalia negativa record con il 2022 al 1° posto, seguito dal 1922 (270 mm) e dal 1982 (295 mm) mentre ad esempio per Torino il 2022 è all’11° posto a partire dal meno piovoso in assoluto che è stato il 1990 (38 mm), seguito da 1884 (70 mm).

 

Facebooktwitterlinkedinmail