Trend meteo al 28 Gennaio: GELO in Russia, effetti in Italia

Trend meteo al 28 Gennaio: GELO in Russia, effetti in Italia

15 Gennaio, 2020 Off Di miometeo
immagine news trend-meteo-al-28-gennaio-gelo-in-russia-effetti-in-italia

METEO SINO 28 GENNAIO 2020 – aria piuttosto fredda tenderà a raggiungere la Russia europea sul meteo del lungo termine.  Il freddo deriverà dalle regioni dell’Artico, che nelle pianure sarmatiche tenderà a raffreddarsi ulteriormente, assumendo caratteristiche continentali. La Russia potrebbe …

METEO SINO 28 GENNAIO 2020 – aria piuttosto fredda tenderà a raggiungere la Russia europea sul meteo del lungo termine.  Il freddo deriverà dalle regioni dell’Artico, che nelle pianure sarmatiche tenderà a raffreddarsi ulteriormente, assumendo caratteristiche continentali. La Russia potrebbe essere interessata da profonde aree di bassa pressione, in risposta all’anticiclone che si dovrebbe posizionare sull’Europa occidentale, soprattutto tra le Isole Britanniche e l’Atlantico, una condizione ideale per le irruzioni di aria fredda. Attenzione, non il gelo.

L’Italia potrebbe essere ancora fortemente influenzata dall’alta pressione del vicino Oceano Atlantico, ma tuttavia anche l’aria fredda che dalla Russia potrebbe giungere anche nel nostro Paese, abbasserebbe la temperatura media.

Le proiezioni meteo sul lungo termine, cioè in con lo spazio temporale tra 1 e 2 settimane da oggi, sono di pessima affidabilità, in quanto possiamo solo dare una linee di tendenza generale, non previsioni puntuale giorno per giorno. Perciò in una visione d’insieme osserviamo che il vortice polare tenderà a generare un’ansa fredda verso la Russia, che potrebbe spingere le sue propaggini anche anche sull’Italia.

Non dovrebbero esserci condizioni meteo ideali per nevicate a bassa quota, tuttavia a tratti i modelli matematici indicano la possibilità della ripresa di precipitazioni. In questo caso, con l’abbassamento della temperatura, la neve potrebbe cadere sino a quote medie.
Cosa ben diversa potrebbe avvenire nel prossimo mese, febbraio, quando vari modelli matematici prospettano condizioni meteo decisamente più dinamiche è un aumento del freddo.

Come abbiamo visto nel bollettino meteo sino a sette giorni, la prima fase sarà piuttosto dinamica se confrontata al periodo precedente. Nel fine settimana avremo il transito di un’area depressionaria che poi migrerà verso la Penisola iberica.
Torneranno le precipitazioni su parte del Nord Italia, con nevicate tra venerdì e sabato anche a quote medie. Le precipitazioni si manifesteranno a tratti anche in Sardegna ed in Italia centrale. Ci sarà anche un calo della temperatura. I primi giorni della prossima settimana invece tornerà fortissima l’alta pressione, ma non durerà molti giorni. Infatti la seconda parte della settimana vedrà poi una sua diminuzione di intensità sotto lo sferzare di correnti provenienti dalla Scandinavia.

La situazione meteo inizia a sbloccarsi decisamente. Di certo non ci sono le condizioni ideali per avere ondate di gelo, ma tuttavia la temperatura si dovrebbe portare verso valori più prossimi alla norma, anche se in un contesto generale è nostro timore che avremo ancora valori sopra le medie. Ma d’altronde cambiamenti climatici in questi ultimi due decenni sono stati considerevoli, e non sembrano destinati a placarsi.

Ci aggiorneremo con i prossimi appuntamenti.

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d’Italia, oppure vai su CERCA la tua localita’ nel campo form in alto alla pagina:

– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA