Misteriosa incursione dell’FBI in un osservatorio solare

Settembre 17, 2018 Off Di miometeo

Cosa è accduto giovedì scorso nell’osservatorio nazionale solare in New Mexico è ancora un mistero.

Giovedì 13 settembre agenti dell’FBI hanno fatto irruzione nell’osservatorio ed hanno evacuato tutti. Scene viste solo nei film di fantascienza o nei polizieschi, folla di impiegati e scienziati che uscivano correndo dalla struttura, mentre un elicottero Black Hawk Sikorsky UH-60 sorvolava l’osservatorio.

Dopo quasi una settimana ancora prosegue il silenzio imbarazzato e sul web si rincorrono ipotesi, che vanno dall’avvistamento UFO, ai Bagliori solari registrati, fino all’attacco terroristico e allo spionaggio russo, ovviamente c’è anche chi parla di attacco chimico con Antrax. Fatto sta che anche il capo della polizia della piccola comunità di Otero County, ha ammesso alla televisione locale di non essere stato informato sulle ragioni dell’intrusione.

A scatenare le notizie sono state le foto circolate di un grosso oggetto che passa davanti al sole. Le immagini hanno fatto il giro del mondo. Si tratterebbe di oggetto talmente grande da avere le dimensioni di un pianeta, e che se fosse vero metterebbe in discussione molte teorie scientifiche.

Questa mattina ci sono state delle smentite da parte degli organi governativi, che hanno dichiarato che si è trattato di un azione di prevenzione antiterroristica: secondo loro informazioni sarebbe stato imminente un attacco armato da parte di terroristi che avevano progettato di impadronirsi dell’osservatorio con i dipendenti al loro interno.

Naturalmente c’è chi tira un sospiro di sollievo perchè il sole non sta per esplodere e non c’è nessun attacco alieno in corso, o un asteroide in rotta di collisione.
Altri invece preferiscono ancora insistere sul fatto che il governo americano stia nascondendo ed insabbiando un avvistamento alieno.

Fatto sta che tra un paio di mesi, (per fortuna) a parlare di questa storia non ci sarà più nessuno, e di qualunque cosa si sia trattato, verrà dimenticata presto…o no?

Qui sotto il servizio della tv locale su quanto accaduto giovedì